CH 6670 Avegno    Tel. 091 796 36 03    info(at)aelsi.ch
cippato

LEGNO DA ENERGIA

CIPPATO

Il cippato è legno ridotto in scaglie di alcuni cm tramite appositi macchinari, in grado di sminuzzare anche tronchi con diametro fino ad 1 metro. In tal modo e in un solo passaggio è possibile trasformare un albero intero, opportunamente sramato, in combustibile adatto ad alimentare centrali termiche di potenze medio-grandi, anche per la fornitura di calore ad interi quartieri.

Esistono due forme di fornitura del cippato: diretta e indiretta.

Nel caso di fornitura diretta la legna tagliata viene sminuzzata (cippata) quando si trova ancora nel bosco e trasportata direttamente all’acquirente. Per garantire una maggiore sicurezza di approvvigionamento il fornitore può trasportare i tronchi in un luogo facilmente raggiungibile anche d’inverno (neve e gelo) dove potrà poi essere trasformata.

La fornitura diretta del cippato di bosco è naturalmente meno costosa in quanto la lavorazione è minima e non è necessario disporre di un deposito intermedio. Naturalmente il commerciante di legname deve poter garantire la fornitura in qualunque momento dell’anno. Il cippato (legna sminuzzata) ha un contenuto di acqua che raggiunge al massimo il 60% (peso dell’acqua rispetto al peso della legna umida).

Lasciando gli alberi tagliati e non ancora sfrondati nel bosco per alcune settimane o mesi si può ottenere facilmente una diminuzione del quantitativo di acqua (<50%). Nel contempo nel bosco rimango le foglie o gli aghi, ricchi di sostanze minerali.

Nel caso di una fornitura indiretta, la legna viene conservata in un deposito, già sotto forma di cippato. La fornitura indiretta è più costosa perché richiede appunto un deposito intermedio. È una buona soluzione laddove non è possibile entrare nel bosco per un lungo periodo e, come soluzione regionale, quando viene prodotta una grande quantità di cippato (deposito tampone).
Accanto alla fornitura diretta e a quella indiretta, esistono poi delle soluzioni miste, a dipendenza delle esigenze. Garantiscono un’elevata sicurezza di approvvigionamento e sono un po’ più vantaggiose rispetto alla fornitura indiretta, visto che il deposito intermedio è di dimensioni minori.

La conservazione del cippato di legna in un deposito intermedio svolge due funzioni:

  • Essicazione e omogeneizzazione
  • Miglioramento della disponibilità in inverno

Per mantenere bassi i costi è opportuno:

  • Dimensionare il deposito in modo che il contenuto venga ricambiato spesso nel corso dell’anno
  • Disporre di macchinari efficienti, a buon mercato e adatti al tipo di legna da lavorare.

Tratto da www.energia-legno.ch